Chi siamo oggi: Contship Italia Group

Il Gruppo Contship Italia è guidato da Cecilia Eckelmann-Battistello ed è parte del Gruppo Eurokai, il più grande operatore terminalistico indipendente in Europa. Contship Italia opera nei porti di La Spezia, Gioia Tauro, Cagliari, Ravenna, Salerno e Tangeri e nel centro intermodale di Melzo (MI), movimentando più di 6,3 milioni di container all’anno: mettendoli in fila e camminandoci sopra potremmo arrivare... fino alla Luna!

Ma fermiamoci un momento: movimentare i container? Che significa? Non tutti sanno che il 95% di quello che compriamo, tocchiamo, mangiamo e usiamo ogni giorno ha viaggiato dentro un container. Nella maggior parte dei casi, il container è stato trasportato via mare, per poi arrivare alla sua destinazione su treno o camion.
Contship si occupa proprio di questo: portare quel container a chi sta aspettando la merce in esso contenuta, scaricandolo dalla nave e trasportandolo poi per le strade e le ferrovie d'Italia e d'Europa, fino alla consegna, il più velocemente possibile. I container non si devono mai fermare a lungo da nessuna parte: la velocità con cui lavoriamo permette ai nostri clienti di risparmiare denaro e avere la propria merce a disposizione nel più breve tempo possibile.
Iniziamo dal terminal marittimo: qui arrivano le navi portacontainer e, con l’aiuto di mezzi meccanici, vengono scaricati dalla nave i container in arrivo e caricati quelli che devono partire.
Il lavoro in un terminal assomiglia un po’ al gioco Tetris: la bravura sta nel posizionare i container nel piazzale riempiendo ogni spazio vuoto. Dobbiamo risparmiare spazio, perché per noi è molto prezioso.

  

Quando i container sono vuoti, ne possiamo impilare fino a sette (pensa... più di un palazzo di sei piani!). Quando sono pieni, invece, non è possibile arrivare così in alto, perché il peso del contenuto schiaccerebbe quelli posizionati più in basso: così se ne possono sovrapporre solo quattro.
Dal porto di arrivo, ogni container prosegue poi il suo viaggio via mare (su un’altra nave) o via terra (su gomma o su rotaia). Passando dal treno al camion, si fermerà in un porto intermodale per le operazioni di scarico e carico. I porti “intermodali” sono chiamati anche “porti secchi” (dry ports): li non arrivano navi, ma camion e lunghi treni.
Nel nostro porto intermodale di Melzo, i container passano da un mezzo di trasporto all’altro, dal camion al treno o viceversa.

Sapete di che colore sono tutti i mezzi che lavorano a Melzo? Sono...rosa!
Camion, locomotive, carrelli, sono tutti rosa, così possiamo farci riconoscere sempre!

A proposito... Avete mai visto i nostri camion rosa in giro?



Se vuoi leggere un po' di storia dell'azienda Contship, clicca qui >
Se vuoi visitare il sito istituzionale di Contship Italia Group, clicca qui >